News
Spiaggia della Pelosa: bigliet...
Barista di Livorno muore folgo...
Cremona, undicenne scrive alla...
Morte di Martina Rossi, un imp...
Incidente a Pisa, scoppia airb...
Oleg Mandic, l’ultimo bambin...
Sergio Ramelli, il ragazzo con...
Aerei, Italia giù nelle class...
Coronavirus, la crisi dei ciel...
La carabiniera e la doppia mor...
I pm: a Lodi installatouno sca...
Camorra, il boss che uccise la...
Coronavirus, Niccolò è parti...
Il liceo sotto choc per i due ...
Macron sul ghiacciaio del Mont...
Ruby ter, per Berlusconi chies...
Kirchner e «gli italiani mafi...
Air Italy in liquidazione, pia...
Allarme Greenpeace: «Lo smog ...
Coronavirus, la Ferrero ai dip...
Genova, evasore totale affitta...
Milano, presunte tangenti in B...
Turismo religioso in crescita:...
Terremoto, assolto Boeri: «S...
Preti sposati, da Papa Frances...
Racale, scomparsa Mauro Romano...
Palermo, senegalese aggredito ...
Marianna Manduca, il pg della...
Tempesta Ciara, una donna mort...
Calogero Gliozzo morto di tumo...
Avezzano, sasso dal cavalcavia...
Treno deragliato: indagata anc...
Michel e il cuore nuovo: «Ora...
Antartide: temperatura sopra i...
I vicini della Tate Modern per...
L’Unesco celebra la Giornata...
«Salviamo la farfalla no Tav...
Riscaldamento globale, l’ide...
Gli alieni? Sono in città. Le...
A caccia dei segreti del Sole ...
Il figlio di Vittorio Bachelet...
Così stanno ricostruendo il S...
Sergio Lepri (ex direttore Ans...
Quando è il maschio a partori...
...
Le sette idee per l’edicola ...
Gina Lollobrigida scrive a Mat...

LA VOCE DI GENOVA. “Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo” e “Safer internet day”

7 Febbraio 2020
 Commenti disabilitati su LA VOCE DI GENOVA. “Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo” e “Safer internet day”
7 Febbraio 2020, Commenti disabilitati su LA VOCE DI GENOVA. “Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo” e “Safer internet day”

Il Coordinamento nazionale dei docenti della disciplina dei diritti umani (Cnddu), in occasione del 7 febbraio “Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo” e dell’11 “Safer internet day” ovvero la giornata mondiale per la sicurezza in rete, propone ai docenti di ogni ordine e grado di coinvolgere gli studenti, associandosi all’iniziativa del Miur, in una serie di attività atte a sensibilizzarli sui pericoli occulti e palesi dei fenomeni in questione; lo slogan quest’anno è: “Together for a better internet”.

“I dati allarmanti forniti dall’Eures a fine 2019 – fa sapere in una nota il presidente del Cnddu Romano Pesavento – dimostrano che il fenomeno del bullismo e cyberbullismo interessano 9 giovani su 10: su un campione di 1.022 studenti delle scuole secondarie superiori di Roma il 66,9% dei giovani è stato almeno una volta vittima di bullismo, l’81,3% è stato spettatore, la scuola è il principale luogo dove si sviluppano episodi di violenza, il 57,3% delle vittime afferma infatti di aver subito tali atti all’interno della classe ed il 34,9% all’interno degli istituti”.

“Per tale motivo – continua Pesavento – si deve pensare a riformulare la mentalità dei giovani che, complici un uso scorretto dei social network e il degrado morale degli ultimi anni, rischiano d’isolarsi o sviluppare dinamiche aggressive compromettendo un’appropriata socializzazione; propedeutico ad ogni tipo di attività didattica potrebbe essere un questionario da somministrare ogni anno agli adolescenti per monitorare eventuali segnali di disagio”.

“Il ruolo della scuola e della famiglia – prosegue Pesavento – al fine di contrastare una simile piaga è più che mai fondamentale: con tale giornata s’intende pertanto contribuire a formare le giovani generazioni implementando le competenze civiche e sociali nonché comunicative e digitali. La prevenzione è imprescindibile per fare in modo che tutti gli studenti sappiano difendersi adeguatamente contribuendo a troncare sul nascere ogni forma di vessazione. I bambini e gli adolescenti, con il loro comportamento, possono sottrarsi a situazioni spiacevoli online, perciò è necessario che vengano accompagnati dagli adulti soprattutto durante la navigazione in rete e che, per primi, mettano in atto comportamenti responsabili che li aiutino ad autotutelarsi; il principio fondamentale da seguire è quello di trattare i dati privati propri e altrui in modo critico e con la massima sensibilità”.

“L’attività d’informazione e conoscenza dei pericoli connessi al web – conclude Pesavento – risulta prioritaria per garantire, da parte dei giovani fruitori, un uso corretto della rete; a tal proposito il Coordinamento è impegnato da tempo a divulgare ed applicare le nuove tecnologie in modo appropriato avvalendosene come strumenti di comunicazione efficaci. Gli studenti necessitano di esempi che insegnino loro come affrontare gli ostacoli in modo positivo senza sviluppare rancore e disaffettività. L’educazione all’empatia ed alla solidarietà sin dai primi giorni di scuola produrranno sicuramente effetti positivi e durevoli nella nostra società”.

Fonte

watching wife sex porno izle free porn movies pornos deutsch spanisch