News
Palermo, 17enne avvelena la ma...
Ragusa, travolto da un’auto:...
Naufraga barca di migranti: mu...
Zanzare triplicate a causa del...
Marco Morandi insultato di con...
Maiella, trenta scout si sento...
Tribunale di Trapani, sì del ...
Incidente aereo in Somalia, l...
Ondata di caldo record: «L’...
La sorella di Luciana Biggi: ...
Leonardo Maria Del Vecchio: «...
Dacia Maraini: «Tra le iene i...
Otto racconti brevi per otto l...
Significato di «in articulo m...
Meteo: verso una settimana di ...
Opicina, folgorato dai cavi el...
Michela Murgia si è sposata c...
Pierluigi Diaco: «Ho superato...
Crolla palazzina in ristruttur...
Pamplona, tra la folla che cor...
La bassa velocità che ci rend...
Francesco Scieri: «Tanta omer...
Migranti, l’allarme Unicef: ...
Indagini sulle stragi del’93...
Indagini sulle stragi del ’9...
Lea Garofalo, manifesto funebr...
Il meteo di oggi, 14 luglio: u...
Bassetti: «I 123 medici che c...
Luca Delfino, il «killer dell...
Fabio Farati: «Ho ballato con...
Marco Morandi: «Sembro più v...
Rubano uno zaino in spiaggia,...
Concorso scuola, Petrarca mise...
Enna, neonato di sei mesi cade...
Sicilia, l’emendamento di Fd...
Morte del parà Emanuele Scier...
Caldo, la temperatura al suolo...
Matteo Bassetti: 123 medici lo...
Meteo: Centro-Sud rovente, all...
Beatrice Borromeo: «L’audio...
Cecilia Gasdìa: «La lirica ...
Venere degli Stracci, l’arte...
Michelle Hunziker: «Non sto c...
Verga, Camilleri, Pirandello U...
Parma capitale e il mito Verdi...
Caso Orlandi, svelato il sacer...
«Bohème» pariginache sa di ...
Il lago, la dimora: un legame ...
«La mia felice impazienza»...

IL MAMILIO. Rapporto Eures: Femminicidi, in Italia uno ogni tre giorni. In aumento casi di stalking e maltrattamenti

20 Novembre 2019
 Commenti disabilitati su IL MAMILIO. Rapporto Eures: Femminicidi, in Italia uno ogni tre giorni. In aumento casi di stalking e maltrattamenti
20 Novembre 2019, Commenti disabilitati su IL MAMILIO. Rapporto Eures: Femminicidi, in Italia uno ogni tre giorni. In aumento casi di stalking e maltrattamenti

142 le donne uccise nel 2018, l’Istat stima in 2 milioni le donne vittime di violenza fisica o sessuale

Nel 2018 le vittime di femminicidio hanno raggiunto il dato più alto mai censito in Italia: sono state 142. Dal 2000 a oggi le donne uccise in Italia sono 3.230, di cui 2.355 in ambito familiare e 1.564 per mano del proprio coniuge/partner o ex partner. Sono i dati del Rapporto Eures 2019 su “Femminicidio e violenza di genere”. In aumento le vittime femminili della criminalità comune.

A livello regionale, è la Lombardia a registrare anche nel 2018 il più alto numero di donne uccise (20), seguita da Campania (19 vittime), Piemonte e Lazio (rispettivamente con 13 e 12 casi). Le denunce di maltrattamenti in famiglia sono state 17.453 (31,6% in più rispetto al 2014). Alta risulta la percentuale delle vittime femminili straniere, pari nel 2018 al 23,2% (come nel 2017), con rischi in media tre volte superiori a quelli delle donne italiane.

Nel 2018 le denunce di stalking sono state 14.871, di cui le vittime femminili rappresentano il 76,2% del totale. Nel Sud il 44,7% delle denunce in Italia (32 denunce ogni 100mila abitanti).

“I dati raccolti attraverso l’indagine sulla sicurezza delle donne ci dicono che, nel corso della loro vita, quasi 3milioni e 700mila donne hanno interrotto una relazione – anche senza convivenza – in cui subivano almeno un tipo di violenza fisica, sessuale o psicologica, di queste 1 milione separate o divorziate”. Lo ha affermato Linda Laura Sabbadini (Istat) nel corso di una audizione in commissione parlamentare di inchiesta sulla violenza di genere. Le donne separate o divorziate risultano essere un’area particolarmente a rischio di violenza da parte dell’ex partner.

Secondo il rapporto esistono ritardi gravi nell’assegnazione e nello stanziamento delle risorse in alcuni territori rischiano di far chiudere i centri antiviolenza e le case rifugio. A ribadirlo è il monitoraggio di ActionAid sui Fondi statali antiviolenza dal 2015 al 2019, previsti dalla legge 119/2013 (la cosiddetta legge sul femminicidio) e ripartiti dal Dipartimento delle Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio alle Regioni.  Solo lo 0,39% dei fondi 2018 è stato liquidato dalle Regioni ai centri antiviolenza e alle case rifugio; per i fondi del 2017 è al 34%, per le annualità 2015-2016 è al 63%. Eppure tra il 2017 e il 2018 i fondi sono aumentati da 12,7 a 20 milioni di euro. Le risorse crescono, ma restano ferme a causa della burocrazia.

Fonte

watching wife sex porno izle free porn movies pornos deutsch spanisch